23 gen 2015

Kanoko: gli appunti segreti

La copertina del volume 1 dell'edizione italiana.
NOME ORIGINALE: Warau Kanoko-sama 笑うかのこ様 (“Sorridi o somma Kanoko”)
AUTORE: Ririko Tsujita
GENERE: shōjo, scolastico, commedia
CASA EDITRICE: Hakusensha 白泉社 (Giappone) – Planet Manga (Italia)
RIVISTA: LaLa DX (Giappone)
DEBUTTO: 2008 (Giappone) – maggio 2014 (Italia)
VOLUMI: 3 (Giappone – concluso) – 3 (Italia – concluso)

TRAMA: A causa del lavoro del padre Kanoko Naedoko, studentessa di terza media, è costretta a trasferirsi di città in città e cambiare spesso scuola, senza mai fermarsi in uno stesso posto troppo a lungo. Solitaria per natura, il suo passatempo preferito è osservare i comportamenti e le azioni dei compagni di classe, e trascrivere le proprie considerazioni su un quaderno speciale. 

Di seguito la mia recensione. 

Nel panorama degli shōjo manga normalmente la protagonista è una ragazza d'animo solare e gentile, sempre pronta ad aiutare il prossimo, che si fa benvolere facilmente e attira le attenzioni di uno o più pretendenti, di solito i più popolari della scuola, oscillando spesso da l'uno all'altro prima di decidersi definitivamente. Oppure è una fanciulla timida e dolce, che muove impacciata i primi passi verso nuove amicizie e nuovi amori, aprendosi gradualmente agli altri, poco sincera con se stessa e inconsapevole dei propri sentimenti, remissiva e bisognosa di protezione. 
Una figura che appaia caratterialmente forte è estremamente rara e comunque mai tratteggiata in modo da risultare antipatica. Quando appare tendenzialmente si erge a paladina del gentil sesso e non si lascia conquistare con facilità, ma possiede una o due debolezze che il bel figliolo di turno casualmente arriverà a conoscere, usandole per avvicinarsi sempre di più a lei per infine conquistarla. Ecco, nell'approcciarsi a quest'opera si può star certi che non si troverà niente di tutto questo, nel modo più assoluto. 

Kanoko Naedoko かのこ苗床 è tutto fuorché timida, solare, gentile, dolce o remissiva. E' solitaria, indipendente, molto intelligente e brillante, cinica, piccata, diretta e schietta, senza peli sulla lingua, non esattamente cordiale o accomodante col prossimo. Il suo massimo piacere e divertimento è quello di limitarsi a osservare da lontano le vicende e gli accadimenti che quotidianamente si svolgono in classe, riportando tutto con dovizia di particolari nel suo quaderno delle osservazioni, facendo ipotesi e speculazioni, analizzando con precisione chirurgica dinamiche e comportamenti e svelandone i segreti. E poiché avvicinarsi o legare con qualcuno potrebbe inficiare la qualità e il tipo di osservazioni, si è data la regola di non stringere amicizia con nessuno ma di rimanere in disparte, senza lasciarsi mai sfiorare da ciò che succede.
Eppure, anche così, finisce sempre per agire intervenendo in prima persona, talvolta per il semplice gusto di mettere lo zampino in questa o quella faccenda e osservarne gli sviluppi, talvolta per scuotere il compagno o compagna di turno oggetto del suo interesse (puramente scientifico) e guardarne le reazioni, o ancora per risolvere problemi verso i quali neppure lei riesce a restare assolutamente impassibile. Il tutto senza mai risparmiare parole dure, al limite della brutalità, in grado di colpire esattamente dove fa più male, far riflettere e rimettere al suo posto il malcapitato/a, che sia la vittima o il colpevole della situazione.
La sua capacità d'analisi è davvero impressionante, la sua acutezza nel cogliere anche i più piccoli particolari è micidiale e le conclusioni che trae da ciò che osserva sono accurate e degne di un trattato di psicologia. Senza dubbio si può affermare che possiede un notevole talento nell'esaminare e interpretare la psiche umana, nel capire profondamente le persone e far venire a galla anche ciò che queste credevano d'essere riuscite a nascondere.
Tuttavia non si può definire “empatia” la sua abilità, non propriamente; piuttosto somiglia ad uno studio condotto in modo rigoroso e con criteri del tutto imparziali, che tratta come “cavie” e semplici soggetti di ricerca i compagni di classe.
Nonostante le sue stupefacenti capacità, Kanoko però difetta della conoscenza diretta di alcune cose che invece i suoi coetanei sperimentano e praticano quotidianamente, come l'amicizia, il rapporto sincero con gli altri, la rivalità e il conflitto, l'innamoramento. Ma intromettersi negli eventi ha ripercussioni anche su di lei, portandola a riflettere su se stessa, a mettersi in discussione e imparare lezioni preziose. Pian piano anche lei inizia a cambiare, volente o nolente, perché in fondo è impossibile non restare minimamente toccati da ciò che ci circonda. In una scuola in particolare senza che fosse intenzionale da parte sua si ritrova a far gruppo con altri tre personaggi, ponendo le premesse per quello che sarà un legame destinato ad essere duraturo: si tratta dell'ingenua e delicata Momoka Hanai 桃香花井, del socievole ma impacciato Tōta Natsukusa 透太夏草 e del freddo e scostante Haru Tsubaki 初流椿

Un'immagine tratta dal manga
Si può star certi che avendo la caratterizzazione psicologica (e la sua analisi da parte di Kanoko) una parte così rilevante nella storia, essa sia fatta in modo davvero scrupoloso. Solo le figure più marginali e di sfondo, ininfluenti negli avvenimenti, vengono trattate in modo rapido e superficiale, mentre tutte le altre sono delineate e definite con dovizia di particolari, seppur raramente con incursioni nel loro passato.

Lo stile dei disegni è quello tipico del genere, con occhi enormi, lineamenti stilizzati, grande attenzione per le acconciature ed espressioni. Kanoko è in particolare molto dettagliata, ma pure Momoka, Tōta e Haru sono ben definiti. Anche i personaggi attorno a cui ruotano di volta in volta i fatti sono abbastanza curati. Invece i personaggi secondari e ancor più le semplici comparse tendono ad essere disegnati in modo più abbozzato e approssimativo, risultando pressoché anonimi. I fondali sono a volte dettagliati, ma più spesso piuttosto vuoti e al massimo abbelliti con qualche retino. A causa dell'abbondanza di dialoghi probabilmente è poco opportuna un'eccessiva presenza di elementi di sfondo, che potrebbero rendere caotiche le tavole.

La struttura della trama è a capitoli autoconclusivi, ognuno incentrato su una diversa scuola in cui Kanoko si trasferisce e ciò che vi succede, sebbene il terzetto con cui la ragazza suo malgrado lega compaia di tanto in tanto anche dopo il capitolo che lo riguarda. In particolare Haru capita spesso dalle parti di Kanoko, per un motivo o per l'altro, e si fa tirare in mezzo alle macchinazioni della ragazza.

L'epilogo rappresenta solo una parziale conclusione della storia, coincidendo col momento del diploma e della fine della scuola media. Non si tratta comunque di una fine netta e assoluta, in quanto l'opera vanta un seguito che racconta gli anni delle superiori, dal titolo Koi dano, Ai dano 恋だの愛だの (“E' Passione o Amore?”), serializzato a partire dal 2009 nella medesima rivista e casa editrice, tutt'ora in corso con 8 volumetti pubblicati fino a oggi. Da una nota dell'editore alla fine del volume 3 pare abbastanza certo che anche il sequel verrà pubblicato in Italia, sebbene non se ne conosca ancora la data di uscita né la traduzione ufficiale del titolo.

Considerazioni personali: ho preso questo manga per pura curiosità, cercavo qualcosa di non troppo impegnativo che fosse comunque godibile. Lo conoscevo vagamente di nome ma non ero granché convinta della mia scelta, al momento dell'acquisto. Ebbene sono stata sorpresa davvero in positivo, si è rivelato fin da subito una lettura molto piacevole e ricca di sorprese, divertente ma capace di colpire profondamente, con una protagonista che pur nel suo straripante cinismo è assolutamente adorabile, unica nel suo genere. Ne sono rimasta totalmente conquistata, tanto che quando uscirà il seguito anche da noi non avrò dubbi nel precipitarmi a comprarlo. Posso davvero dire di consigliarlo di tutto cuore, in special modo a chi è avvezzo a leggere gli shōjo e ne apprezza il focalizzarsi sulla vita scolastica e le relazioni tra i personaggi. Non ve ne pentirete.


Fonte scan: supersofatime

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE - LEGGI PRIMA DI POSTARE!

Ogni commento rispecchia il punto di vista dell'autore, il quale si assume la piena responsabilità per i contenuti pubblicati. La redazione di Hanabi Temple provvederà a rimuovere quanto prima i commenti non idonei, illegali o potenzialmente dannosi per sensibilità e la sicurezza dei lettori.

Ultime news