6 feb 2015

Il Festival della Neve

Castello di ghiaccio (photo by hirotomo)
Il Giappone è un paese che ama fare festival, soprattutto nelle stagioni più calde, quelle in cui le giornate si tendono fino a toccare le 9 di sera. Questa volta, però, non è di uno dei tradizionali matsuri estivi che stiamo parlando, bensì di qualcosa che si colloca decisamente all'opposto di una lunga passeggiata in yukata tra bancarelle e stand di takoyaki. E' un festival grande, conosciuto internazionalmente, uno dei più noti: stiamo parlando del Sapporo Snow Festival o, in giapponese, Sapporo Yuki-matsuri 札幌雪祭り.
Il perchè di questo nome è presto detto: Sapporo è una delle città più grandi del Giappone, la quinta per abitanti e capoluogo della regione più a nord dell'arcipelago, l'isola di Hokkaidō 北海道; nota per aver ospitato nel lontano 1972 le Olimpiadi Invernali: Ed è proprio in questa metropoli che, annualmente, ha sede l'evento di cui stiamo parlando. Per quanto riguarda le parole "yuki" e "matsuri", queste significano rispettivamente "neve" e "festival".
Sapporo Yuki-matsuri, 1970 (Photo by jmw0149)
E' proprio lo spesso manto bianco in cui la città viene avvolta durante il rigido inverno il protagonista di questo evento, nato il 18 febbraio 1950 come iniziativa autonomamente intrapresa da un gruppo di studenti, i quali iniziarono a tirar su grandi statue di ghiaccio nel Parco Ōdōri (Ōdōrikōen 大通公園) della città, in via del tutto non ufficiale. Il gesto fu accolto con particolare entusiasmo, anche a causa della depressione dilagante del dopoguerra, e anno dopo anno l'iniziativa crebbe esponenzialmente: nel 1955 era ormai nota in tutto il Giappone, e nel 1972 (anno delle sopracitate Olimpiadi) la città fu sotto gli occhi di tutto il mondo.
Oggi il Sapporo Yuki-matsuri ha una portata di più di 2 milioni tra turisti e curiosi, snodati tra il Parco Ōdōri, il quartiere dei divertimenti di Susukino e lo Tsudomu (o Sapporo Community Dome 札幌コミュニティドーム). Le statue di ghiaccio e i contest creati attorno ad esse restano il principale motivo di attrazione. Molti sono gli artisti talentuosi che si sfidano ritraendo i soggetti più disparati, e dando vita a creazioni che possono toccare anche i 25 metri di altezza! Il festival tuttavia è anche di più, grazie agli sponsor che organizzano numerosi "eventi-satellite", quali attività sportive, concerti, cerimonie di presentazione, visite guidate a tipici villaggi di Hokkaido e molto altro.
L'edizione 2015 si svolge proprio in questi giorni (5-11 febbraio), e tutte le informazioni, comprensive di nutrite gallery, possono essere trovate sul sito ufficiale dell'evento: Snowfes.com.
Che altro dire...è decisamente un evento imperdibile per chi dovesse trovarsi in Giappone in questo periodo dell'anno!

3 commenti:

  1. Oh, che bello! Il festival della neve ebbe inizio il giorno del mio compleanno, hahaha. Questa piccola parentesi a parte, trovo molto carino lo yuki matsuri! Noto con piacere che in Giappone ogni momento è buono per fare festa, hanno così tanti matsuri che non riesco nemmeno a tenere il conto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! Ed è sorprendente che riescano ad incastrare tutto questo con dei ritmi lavorativi che, mediamente, non sono per nulla rilassanti =)

      Elimina
    2. Parlo da ignorante, ma penso che durante questi matsuri cada qualche giorno festivo, così anche chi lavora può festeggiare. (:

      Elimina

ATTENZIONE - LEGGI PRIMA DI POSTARE!

Ogni commento rispecchia il punto di vista dell'autore, il quale si assume la piena responsabilità per i contenuti pubblicati. La redazione di Hanabi Temple provvederà a rimuovere quanto prima i commenti non idonei, illegali o potenzialmente dannosi per sensibilità e la sicurezza dei lettori.

Ultime news