6 mar 2015

Castello di Matsumoto

Il Sengoku Jidai ( 戦国時代, 1478-1605) fu un periodo dove lo shogunato, e di conseguenza il potere centrale ed amministrativo, venne totalmente minato dai pressanti attacchi dei signori (daimyō) dei singoli feudi. In poco più di 100 anni le battaglie furono davvero tantissime, alcune delle quali davvero disastrose. Fu proprio in questo periodo che, nella città di Fukashi (l'attuale Matsumoto), Shimadachi Sadanaga del clan degli Ogasawara fece costruire la fortezza.
Il castello di Matsumoto 松本城 passò dapprima tra le mani del clan Takeda nel 1550, infine giunse in quelle della famiglia Ishikawa che appoggiava il clan dei Tokugawa.

Castello di Matsumoto

Ishikawa Norimasa e suo figlio ampliarono il castello con due torri più piccole e fortificarono i bastioni. L'opera venne completata nel 1594, ed è quello che oggi possiamo vedere recandoci nella città di Matsumoto. Con la famosa battaglia di Sekigahara (1600), Tokugawa Ieyasu sconfisse il clan Toyotomi ed i suoi alleati, riunendo il paese sotto lo shogunato dei Tokugawa e trasferendo la capitale ad Edo (l'odierna Tōkyō). In questo periodo lo shogunato impose sulla provincia di Shinano (信濃国 Shinano kuni), l'attuale provincia di Nagano, il controllo di una serie di daimyō e di varie famiglie che presero il nome di Matsumoto (松本藩 Matsumoto han). Il loro appellativo venne esteso anche al castello, che tuttavia rimase conosciuto come Karasu-jo (烏城), il castello corvo, a causa delle sue mura nere e delle e ampie tettoie che sembrano ali.

 Il castello di Matsumoto è uno dei pochi castelli monumentali rimasti intatti visitabili in Giappone insieme a quelli di Himeji e Kumamoto. Il castello presenta alcune caratteristiche molto interessanti che meritano una breve descrizione, a partire da alcune parti ben identificabili.
Gli accessi più interni all'ala principale del castello (本丸 honmaru) erano due , il kuro-mon (黒門) e il masugata (増形), entrambi risalenti al 1600 circa. Sono stati in parte ricostruiti recentemente tra l'era Shōwa (昭和時代 1926-1989) e l'era Heisei (平成時代 dal 1989 a tutt'oggi).
Oltrepassato il primo fossato è presente un altro blocco di difesa, il Taikomon (太鼓門 cancello dei tamburi), costruito nel 1594 (era Bunroku, 文禄時代 1592-1596). 
 
Armatura
Armatura di samurai
Particolarità del Taikomon è la presenza di una torre (太鼓櫓, taiko-ro) che veniva usata per segnare il tempo con la sua ombra. L'ingresso al primo piano del castello è il Watari-yagura (渡櫓), che connette il tenshu (天守, torre principale) con il kotenshu (小天守, piccola torre). Il secondo piano è quello più luminoso grazie alla presenza nelle pareti ad est, ovest e sud, delle Tategoshi-musha (格子武者), finestre a griglia verticali che illuminano le quattro stanze dove si riunivano guerrieri.

Dal terzo al quinto piano ci sono le stanze più scure ma anche quelle più segrete e sicure. L'unica finestra presente si trova nella parete sud e viene chiamata kizure-goshi (木連格子).
Il sesto e ultimo piano veniva usato come torre di osservazione durante la guerra. Il soffitto venne costruito usando la tecnica dello igeta-bari (井桁), ossia "della trave curva". Al centro del soffitto è possibile vedere una corda annodata come dedica a Nijūrokuyashin (二十六夜神, Il Dio delle 26 notti).



Oltre al castello, all'interno del complesso, erano presenti altre due strutture che fungevano da residenze, honmaru-goten (本丸御殿) e ninomaru-goten (二の丸御殿). La prima, costruita subito dopo il completamento del tenshu, destinata ad essere la residenza padronale e fulcro amministrativo del castello, venne distrutta da un incendio nel 1727 (era Kyōhō,享保時代 1716-1736). La seconda è il rifacimento della prima ma posizionata nell'ala più esterna del complesso. Svolse le sue funzioni di residenza padronale e fulcro politico fino alla fine dell'epoca Edo (江戸時代 1603-1868), ed è adesso parte di un parco storico della città.


Il castello merita di essere visitato, visto la sua singolarità ed il fatto di essere uno dei pochi castelli originali oggi presenti in Giappone, a mio avviso, uno dei più belli. Matsumoto è raggiungibile da Shinjuku in circa due ore, con il treno espresso  della JR "Azusa" e "Super Azusa".  
Sulla stessa tratta ci sono altri luoghi d'interesse come Hakuba famosa per i suoi panorami sulle Alpi giapponesi, il lago Suwa e molti complessi termali della prefettura di Nagano.
烏城 Karasu-jo
烏城 Karasu-jo
烏城 Karasu-jo
Shimadachi Sadanaga
Shimadachi Sadanaga

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE - LEGGI PRIMA DI POSTARE!

Ogni commento rispecchia il punto di vista dell'autore, il quale si assume la piena responsabilità per i contenuti pubblicati. La redazione di Hanabi Temple provvederà a rimuovere quanto prima i commenti non idonei, illegali o potenzialmente dannosi per sensibilità e la sicurezza dei lettori.

Ultime news