1 dic 2015

Katakana: suoni nuovi


Benritrovati! Come avrete intuito dando un'occhiata al titolo, oggi affronteremo un gruppo di suoni che non abbiamo mai visto nemmeno nell'hiragana: ci siamo limitati a presentarli in una tabella nel nostro discorso introduttivo sul katakana, e oggi cercheremo di comprenderne la natura. Apriamo qui una piccola parentesi: come già detto, il katakana viene utilizzato per evidenziate determinate parole, per trascrivere onomatopee o termini di origine straniera. Queste ultime in particolare hanno iniziato a costituire, soprattutto oggigiorno, una componente sempre più importante, tanto da spingere i giapponesi ad "approssimare" la propria pronuncia per riprodurre quei suoni tanto lontani dalla loro lingua.
Per rendere più chiaro il concetto, facciamo un esempio. Diamo un'occhiata a questa parola:

バレンチナ
(BA-RE-N-CHI-NA)


Fino a diversi anni fa, questa combinazione di sillabe era utilizzata per scrivere in katakana il nome Valentina, perchè in Giapponese non esiste il suono della nostra "V", nè il suono "TI". Con il passare del tempo tali suoni si sono diffusi sempre di più nel quotidiano giapponese, tanto da rendere necessaria la creazione di segni in grado di rappresentarli. Nascono così i suoni nuovi, combinati da sillabe esistenti in maniera simile ai suoni contratti. Questo è un esempio del loro prodotto:
ヴァレンティ
(VA-RE-N-TI-NA)
Chiarito il concetto, non ci rimane che illustrare nel dettaglio queste nuove sillabe!


GRUPPI VA-VI-VU-VE-VO | VYA-VYU-VYO
TRASCRIZIONE E PRONUNCIA: entrambi i gruppi partono dalla stessa base, ossia il suono VU, che si ottiene sonorizzando la ウ (U) con i nigori. Per ottenere la prima riga di sillabe è sufficiente aggiungere le vocali (a-i-u-e-o) contrtte. Per la seconda riga, invece, bisogna aggiungere le semivocali (ya-yu-yo) contratte. Per la pronuncia valgono le solite regole generali: le vocali sono chiuse, e nel gruppo VYA-VYU-VYO in particolare la "y" è brevissima, come nei dittonghi delle parole viaggio, wurstel, violazione.


GRUPPI KWA-KWI-KWE-KWO | GWA-GWI-GWE-GWO
TRASCRIZIONE E PRONUNCIA: il primo gruppo ha come base la sillaba ク (KU), cui seguono le vocali a-i-e-o contratte; la sua pronuncia è simile a quella contenute in parole come quando, qui, questo, innocuo. Il secondo gruppo parte invece da グ (GU), seguita dalle vocali contratte a-i-e-o, e la sua pronuncia si può riscontrare in parole quali guardia, pinguino, sangue, languore.


GRUPPO SU-ZU-SHI-JI-CHI
TRASCRIZIONE E PRONUNCIA: questo gruppo è quello che presenta le basi più eterogenee, e pertanto potrebbe creare qualche confusione, soprattutto visto che molte sillabe si somigliano. Per comodità trascriveremo un piccolo specchietto in grado di illustrare le combinazioni:
SU (ク) + i (イ) --> otteniamo SI (スィ) [esempio: sigaro]
ZU (ズ) + i (イ) --> otteniamo ZI (ズィ) [esempio: zitto]
SHI (シ) + e (エ) --> otteniamo SHE (シィ) [esempio: scempio]
JI (ジ) + i (イ) --> otteniamo JE (ジィ) [esempio: gentile]
CHI (チ) + i (イ) --> otteniamo CHE (チィ) [esempio: cesto]

GRUPPI FA-FI-FE-FO | FYU
 TRASCRIZIONE E PRONUNCIA: la base di questi gruppi è フ (FU). Nella prima riga i nuovi suoni si ottengono aggiungendo le vocali a-i-e-o contratte; la F giapponese è simile alla nostra, ma al tempo stesso più leggera nella pronuncia. La sillaba FYU, similmente alle precedenti, si ottiene aggiungendo come contrazione la semivocale yu; il suono che ne deriva è simile a "fiu" di fiume.


GRUPPI YE | WI-WE-WO

TRASCRIZIONE E PRONUNCIA: la sillaba YE si legge come un dittongo, pertanto le vocali si pronunciano senza pause, una di seguito all'altra; pensiamo alla parola sequoie, tenendo a mente che le vocali sono chiuse. Anche il secondo gruppo si legge come un dittongo, e si scrive partendo dalla base in ウ (U) e aggiungendo le vocali contratte i-e-o. Un esempio per la loro pronuncia si trova nelle parole William, west, uovo (pronunciato con la O chiusa).


Bene! Con questo articolo abbiamo terminato i suoni del katakana! ★
La prossima sarà molto più leggera, perchè vedremo raddoppiamenti e allungamenti vocalici; sarà anche l'ultima lezione dell'anno, visto che in seguito ci sarà il periodo festivo.
Per quanto riguarda le esercitazioni personali, lasciamo ancora una volta il classico file scaricabile da stampare.
Buono studio!

Foglio di allenamento per i suoni contratti (download)


Le immagini delle trascrizioni sono state realizzate usando i file di proprietà di M4RC0, nel rispetto dei termini di licenza da lui stesso stabiliti.
® All rights reserved.

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE - LEGGI PRIMA DI POSTARE!

Ogni commento rispecchia il punto di vista dell'autore, il quale si assume la piena responsabilità per i contenuti pubblicati. La redazione di Hanabi Temple provvederà a rimuovere quanto prima i commenti non idonei, illegali o potenzialmente dannosi per sensibilità e la sicurezza dei lettori.

Ultime news