8 nov 2016

Enorme voragine inghiotte le strade di Fukuoka

Brusco risveglio per gli abitanti di Fukuoka, che alle 5 del mattino (ore locali) sono stati strappati via al sonno da un cedimento improvviso del suolo in prossimità del centro città.
La voragine che si è aperta, lunga 30 metri, larga 27 e profonda 15, è situata lungo un tratto della linea metropolitana Nanakuma (七隈線), tra la stazione di Hakata (博多) e quella di Tenjin-Minami (天神南駅). Gli operai, in quelle ore impegnati in lavori lungo la linea, sono riusciti ad abbandonare il sito senza difficoltà.

Foto della voragine {Credits: asiancorrespondent.com}

Nonostante le grandi dimensioni della spaccatura, non si registrano vittime nè feriti.
Gli effetti collaterali più importanti comprendono l'interruzione del traffico nella zona, blackout in circa 800 unità familiari e presso l'aeroporto di Fukuoka e l'evacuazione del quartiere per ragioni di sicurezza.
Le potenziali cause del crollo sono molteplici, e nessuna di esse è una novità: nella stessa Fukuoka un crollo analogo, seppur minore, fu registrato già nell'ottobre del 2014, e stessa cosa avvenne a Nagoya durante gli scorsi mesi di dicembre e giugno.
Sotto accusa sembrerebbe essere in primis l'infiltrazione di acqua nei tunnel del cantiere, proprio in seguito ai lavori di ampliamento della tratta. Non si esclude nemmeno il deterioramento del sistema fognario, la cui costruzione risale in larga parte agli anni '70: le abbondanti piogge degli ultimi mesi sembrerebbero aver provato ulteriormente una struttura ormai obsoleta trasformandola in una minaccia latente per la sicurezza dei cittadini.

Seguono le riprese dell'ente televisiva giapponese All-Nippon News.




Fonte: japantimes.co.jp

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE - LEGGI PRIMA DI POSTARE!

Ogni commento rispecchia il punto di vista dell'autore, il quale si assume la piena responsabilità per i contenuti pubblicati. La redazione di Hanabi Temple provvederà a rimuovere quanto prima i commenti non idonei, illegali o potenzialmente dannosi per sensibilità e la sicurezza dei lettori.

Ultime news