31 gen 2018

Gru di carta di Hiroshima riciclate per quaderni

Se vi capiterà di visitare i luoghi e i monumenti legati al bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki, vi salteranno sicuramente agli occhi le tantissime gru colorate realizzate con la tecnica degli origami. Si tratta di una tradizione legata alla vita di Sadako Sasaki (1943-1955), una bambina di Hiroshima che si ammalò di leucemia a causa delle radiazioni prodotte dalla bomba atomica e che, durante la propria degenza, cercò di piegare mille gru di carta. Questo, secondo una leggenda, le avrebbe permesso di esprimere un desiderio. Sadako, purtroppo, morì, ma diventò un simbolo della lotta alle armi nucleari.

Moltissime persone, tra cui anche l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, hanno piegato delle gru per donarle al Children's Peace Monument (che rappresenta proprio Sadako Sasaki), tanto da produrne ogni anno 10 milioni, equivalenti a 10 tonnellate. L'associazione Peace Minds Hiroshima, fondata da 13 imprenditori della prefettura di Hiroshima, ha studiato un metodo particolare per riciclare alcune di queste gru in modo da poter produrre quaderni da distribuire ai bambini di tutto il mondo. Questo progetto prende il nome di Orizuru Notebook Project, in cui orizuru 折り鶴 è proprio il nome giapponese delle gru di carta.


I quaderni dell'Orizuru Notebook Project {Fonte: The Asahi Shimbun}

I quaderni, le cui copertine, prime e ultime pagine verranno realizzate con la carta riciclata dalle gru, conterranno 40 pagine bianche in formato B5. Nelle pagine realizzate con carta riciclata verranno stampati la storia della vita di Sadako Sasaki e il metodo per creare le gru di carta. Inoltre, ogni quaderno sarà accompagnato da un foglio di carta per origami, così che i destinatari del quaderno possano piegare delle nuove gru da spedire al Children's Peace Monument.

La presidente dell'associazione Peace Minds Hiroshima si chiama Tomiko Kawano, ha 75 anni e lavora in una compagnia che si occupa di rimettere a nuovo i kimono. Alle elementari era in classe con Sadako. Dal 2015, la sua associazione ha cercato un modo per contribuire alla propria comunità locale, fino all'avvio di questo progetto.
L'Ozuru Notebook Project è stato anche appoggiato dall'organizzazione Mayors for Peace, che raccoglie sindaci di molte città del mondo uniti contro la proliferazione delle armi nucleari ed è presieduta dal sindaco di Hiroshima, Kazumi Matsui. I primi 900 quaderni saranno infatti distribuiti in tre città affiliate a Mayors for Peace in Germania, Francia e Australia.

Peace Minds Hiroshima spera di poter distribuire i propri quaderni soprattutto in paesi in cui sono presenti armi nucleari. "Speriamo di ottenere la partecipazione di molte persone, così da poter realizzare un mondo senza guerre in cui i bambini possano vivere in pace", ha dichiarato Tomiko Kawano.

In questo sito è possibile saperne di più sul progetto.


Fonte:
The Asahi Shimbun
Wikipedia

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE - LEGGI PRIMA DI POSTARE!

Ogni commento rispecchia il punto di vista dell'autore, il quale si assume la piena responsabilità per i contenuti pubblicati. La redazione di Hanabi Temple provvederà a rimuovere quanto prima i commenti non idonei, illegali o potenzialmente dannosi per sensibilità e la sicurezza dei lettori.

Ultime news