20 mar 2018

Telecamera di YouTuber sul nastro trasportatore in un ristorante di sushi, immediate le reazioni

A marzo un nuovo increscioso episodio si va ad aggiungere alla lunga lista di atti sconsiderati da parte di YouTubers e bloggers stranieri che si approfittano della buona educazione giapponese. Lo YouTuber americano TkyoSam, residente a Tokyo, ha pensato bene di piazzare una telecamera GoPro direttamente sul nastro trasportatore di un ristorante di sushi 寿司 appartenente alla famosa catena di kaitenzushi 回転寿司, Sushiro スシロー. 
Non capita di rado che turisti fotografino o riprendano gli interni minimalisti di questi esotici ristoranti, i loro coloratissimi piattini con pietanze a base di pesce dagli aspetti più curiosi, trasportati lungo un percorso ellittico da un sistema meccanizzato. Nulla di strano.

Ristorante della catena Sushiro con il tipico nastro trasportatore (www.akindo-sushiro.co.jp)

TkyoSam ha però pensato bene di distinguersi per genio, mettendo la telecamera proprio sul nastro dove vengono posti i piatti ordinati dai clienti, o quelli in semplice esposizione, rivolgendo l’obiettivo direttamente verso i volti degli avventori impegnati a consumare il loro pasto. Inutile aggiungere che non avesse preventivamente chiesto l’autorizzazione a nessuno.
La camera trasportata dal nastro attraverso il locale, ha raccolto disparate reazioni da parte dei commensali giapponesi, da saluti divertiti, a sguardi di imbarazzo e biasimo, fino a qualche poco contenuto dito medio. La videocamera ha proseguito il suo tragitto indisturbata fino al capolinea, dietro alle quinte del mirabolante spettacolo dei kaitenzushi: la cucina. I cuochi ed il responsabile del negozio hanno provveduto immediatamente a rimuovere l’inatteso agente di disturbo e, dopo una concitata riunione, lo hanno restituito al legittimo irrispettoso proprietario, senza particolari rimproveri. 

Sede di Sushiro nei pressi di Ikebukuro (www.akindo-sushiro.co.jp)
Il video prontamente postato su internet in pochi giorni ha fatto il giro del mondo diventando virale e raggiungendo, prima della rimozione forzata, la ragguardevole cifra di 500000 visualizzazioni.
Ai commenti entusiastici degli spettatori occidentali, che hanno avuto così occasione di ammirare da vicino uno spaccato di vita quotidiana a Tokyo, si sono contrapposte reazioni di giapponesi infuriati che hanno visto nel filmato una semplice violazione della privacy, delle norme igienico sanitarie del ristorante di sushi, delle basilari regole di cortesia e rispetto. 
L’azienda Akindo Sushiro あきんどスシロー ha ribadito pubblicamente di non aver mai autorizzato la ripresa, tantomeno il suo upload nella rete, d'aver prontamente provveduto a disinfettare e ripristinare il normale funzionamento del nastro trasportatore. 
Ora tutti i turisti e appassionati di cultura giapponese possono unirsi in un tripudio di applausi, una standing ovation per il talentuoso TkyoSam, grazie al cui indispensabile contributo Akindo Sushiro ha definitivamente vietato ogni ripresa, scatto fotografico, nei suoi ristoranti in tutto il territorio nazionale, e si è detta pronta ad intraprendere azioni legali nei confronti di chiunque in futuro trasgredirà alla nuova regola

Vorremmo aggiungere una nota personale. Questi episodi apparentemente innocui diventano un eccellente pretesto per rafforzare gli stereotipi negativi che i locali hanno nei confronti degli stranieri. Spesso a rimetterci di più sono le persone rispettose della cultura e dell’etichetta giapponese, che combattono quotidianamente per integrarsi in un ambiente non propriamente tra i più accoglienti del mondo. Invitiamo a riflettere prima di farsi spingere da impeti d'entusiasmo per una nuova avventura, a capire cosa possa esserci dietro un'apparente cortese passività giapponese, e a evitare di compiere atti di pura idiozia che poi, comunque, vengono fatti pagare a tutti.


           Kotaku

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE - LEGGI PRIMA DI POSTARE!

Ogni commento rispecchia il punto di vista dell'autore, il quale si assume la piena responsabilità per i contenuti pubblicati. La redazione di Hanabi Temple provvederà a rimuovere quanto prima i commenti non idonei, illegali o potenzialmente dannosi per sensibilità e la sicurezza dei lettori.

Ultime news